E' THE ROAD il titolo del prossimo full lenght di Aaron in uscita il 13 novembre per R&J Records.

Comprenderà 10 NUOVE canzoni, tra cui il primo singolo Endless Summer. Comparirà anche una cover, Grandaddy's Gun, che ha già proposto in diverse setlist dal vivo (la si trova facilmente su youtube).

Se in principio doveva essere solo un completamento dell'EP Town Line, il cd ha assunto una personalità propria durante le sessioni di registrazione a Nashville, dove Aaron ha avuto l'ispirazione per scrivere diverse canzoni inedite.

"The Road" track list:

01. 75
02. The Road
03. Endless Summer
04. Red, White & Blue
05. Lessons Learned
06. Forever
07. Grandaddy's Gun
08. State Lines
09. Anywhere But Here

10. Party in Hell

Qui maggiori dettagli: Blabbermouth.

Visualizzazioni: 649

Rispondi

Risposte a questa discussione

Urca, ne approfitto subito. GRAZIE!

Quanto avrei sognato un genere di disco diverso da lui come musiche ma soprattutto come testi - _ -'

Io continuo a pensare a Black Rain,Sleeping at the Wheel..tutt'altra cosa..

Dico solo:

Sleeping at the Wheel <3 <3

Black Rain <3 <3 <3 <3 <3

Aspetto che mi arrivi il disco per giudicare, a me la svolta di Aaron da solista piace, anche se potrebbe fare anche di più, sui testi poi diciamo che per tante cose sono dalla sua, lui è così prendere o lasciare! la voce rimane la sua forza.. l'importante e che si dedichi anche agli Staind appena possibile

Io vado controcorrente: a me il disco piace, in proporzione ovviamente alle mie aspettative ed alla mia passione per il genere. I testi non potevano parlare certo delle tematiche di Break the cycle o 14 Shades of Grey, per me sono ok. Forever, da voi demolita, a me piace e con qualche aggiusto qua e là nel testo e soprattutto nell'arrangiamento, non l'avrei vista male su un cd degli Staind. E anche Endless summer mi piace: cosa volevate come lead-single di un disco country commerciale? Paper Jesus? Io lo ascolto volentieri più volte, così come facevo e faccio con Town line :)

Paper Jesus magari no, ma The Road ci stava tutta, è anche la titletrack...

Per i testi davvero, io non ho problemi con lui che parla della sua famiglia, della caccia o del riscoperto orgoglio patriottico, è il come lo fa (il proverbiale troppo che stroppia) che spesso mi causa involontari moti di ilarità durante l'ascolto. E poi perdo il filo della musica, anche se gran parete dei pezzi sono ripetitivi e dunque non si perde un granché.

A dirla tutta l'ho ascoltato un paio di volte per cercare di capirlo meglio, ma non sento il bisogno di riascoltarlo a loop come invece mi succede con i nuovi cd che mi colpiscono. Questione di gusti.

Comunque sia chiaro che io non mi metto qui a sindacare su quello che Aaron fa: ognuno è libero di esprimersi come più gli aggrada, io do solo un parere personale sull'album, non da appassionata del genere e quindi in partenza falsato. Di certo su un cd metal potrei dare delle spiegazioni un po' più accurate di "a pelle non mi dice nulla". :)

Il fatto è che a te piace il metal comunque più pesante, anche all'interno della discografia Staind, se non ricordo male, mettevi in coda quelli più melodici. Dunque The road non potrà mai piacerti musicalmente, riguardo i testi hai ragione ma i dischi country sono così: testi positivi e semplici. Il più grande artista country degli ultimi 25 anni è stato Garth Brooks, che faceva dischi di mezz'ora e non scriveva iperbole filosofiche nè componeva bizzarrie musicali. A mio avviso questo The Road non cambierà di una virgola il panorama musicale mondiale nè quello country ma è piacevole da ascoltare, quando ci si vuole staccare per un'oretta dal Metal, e presenta alcune canzoni niente male. Poi è chiaro che se non ti acchiappa fai bene a metterlo nel dimenticatoio (o nel cestino) senza rimorsi

Rispondi alla discussione

RSS

Info su

Badge

Caricamento in corso...

Attività Recenti

© 2017   Creato da Pixie.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio